VINCITORE DELLA XVI EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO LA TORE:
PIETRANGELO BUTTAFUOCO


Pietrangelo Buttafuoco La premiazione avverrà il giorno sabato 18 luglio 2020, ore 21.45 in Piazza della Chiesa a Marciana Marina. La serata sarà condotta da Lucia Soppelsa con il prof. Angelo Filippo Rampini. Non mancherà il consueto omaggio del dott. Marcello Bruschetti, presidente di Enoglam EVO.

Pietrangelo Buttafuoco, viene formalmente proclamato Vincitore della Sedicesima Edizione del Premio Letterario La Tore Isola d'Elba con la seguente

Motivazione del Premio

"Per la sua carriera di giornalista iniziata dopo aver conseguito la Laurea in Filofosia all'Università di Catania ed essersi perfezionato in Germania. Per la sua attività di pubblicista in numerose testate importanti quali L'italia settimanale, Il Foglio, Il Giornale, Panorama e recentemente il Fatto Quotidiano, ove il suo stile e la sua originale visione dell'attualità gli hanno ritagliato un posto particolarissimo nel giornalismo italiano. Per la sua attività nell'ambito delle attività culturali teatrali italiane, prima al Teatro Stabile di Catania e poi al Teatro Stabile d'Abruzzo di cui assume la carica di Presidente. Per la sua attività di saggista, attraverso cui affronta le tematiche più varie, sempre con estremo rigore e con uno stile letterario "alto" che lo distingue. Per la sua dedizione alla letteratura e in particolare alla narrativa attraverso cui, fin dal suo esordio di successo con il romanzo "Le uova del Drago" (Mondadori, 2005) e poi con altre opere di altrettanto successo, lega spesso vicende storiche del primo Novecento con una scupolosa e attenta analisi socio-culturale, mentre in altre sposa felicemente il suo amore per l'amata Sicilia con vicende di fantasia, pur pregne dei contenuti stilistici della sua Terra. Per la sua partecipazione a svariati programmi televisivi di successo sia come conduttore sia come ospite, durante i quali il suo punto di vista sempre originale e "puntuto" ha fatto il paio con l'inconfondibile e colto eloquio che lo contraddistingue. Per la sua complessiva figura di Uomo di Cultura che ha saputo ritagliarsi nel panorama culturale e letterario italiano uno spazio originale e non sovrapponibile, per stile e sagacia, ad alcun altro."

Biografia
Pietrangelo Buttafuoco nasce a Catania nel 1963.
Dopo essersi diplomato al Liceo Classico "Nunzio Vaccalluzzo" di Leonforte, si laurea in Filosofia all'Università degli Studi di Catania, perfezionando successivamente i propri studi all'estero, in Germania. La sua attività giornalistica inizia negli anni '90. Nel '93 inizia infatti a collaborare con riviste come Proposta e con il quotidiano il Secolo d'Italia, e successivamente con Il Giornale. Poco dopo, nel '96, diviene direttore del periodico L'Italia settimanale. Sempre alla fine di questi anni condurrà poi la trasmissione Sali e Tabacchi.

Nel corso della sua carriera da giornalista ha anche lavorato tra le altre testate, anche al Foglio di Giuliano Ferrara; nel 2004 approda poi a Panorama, come "capo servizio".

Per quanto riguarda la sua carriera da scrittore, il suo esordio avviene nel 2005, anno in cui pubblica per la Arnoldo Mondadori Editore il romanzo "Le uova del drago", per il quale sarà finalista al Premio Campiello 2006. A seguire ha pubblicato molte altre opere come "L'ultima del diavolo", "Il lupo e la luna", "Il dolore pazzo dell'amore", ma non solo, ha scritto anche molti saggi.

A partire dal novembre 2011 conduce la trasmissione settimanale "Questa non è una pipa" su Rai 5. Nel 2011 pubblica anche il romanzo "Il Lupo e la Luna".


Il 16 novembre 2011 è nominato consigliere d'amministrazione dell'Università di Enna "Kore". Dal marzo 2012 collabora a La Repubblica. Dopo 5 anni, il 29 ottobre 2012, si dimette dalla presidenza del Teatro Stabile di Catania. Continua a scrivere sul settimanale Panorama fino al marzo 2013. Lasciato Panorama, riprende a scrivere per Il Foglio. Dal febbraio 2015 scrive per il Fatto Quotidiano e a partire dal 2019 inizia anche a collaborare con il Quotidiano del Sud. A novembre di quell'anno è nominato presidente del Teatro Stabile d'Abruzzo. L'ultima sua uscita editoriale è un corposo saggio dal titolo "Salvini e/o Mussolini" edito da Paper FIRST (2020). Innumerevoli le sue partecipazioni a trasmissioni di attualità in televisione, ove con sagacia ed arguzia riesce sempre a dare un punto di vista originale della politica.